Osaka. La cucina del Giappone tra i ciliegi

Osaka, la seconda città del Giappone con quasi 3 milioni di abitanti, è situata nella centrale regione del Kansai e si affaccia sulla baia del mare interno di Seto.

Da sempre considerata centro nevralgico del commercio in Giappone, nel dopoguerra con la ricostruzione e il duraturo boom economico Osaka diventò sempre più importante, al punto da ospitare l’Expo nel 1970, la prima esposizione internazionale organizzata in una città asiatica.

Ad oggi è uno dei più importanti distretti industriali e portuali in Giappone, e molte tra le maggiori aziende vi hanno sede; è servita dai due aeroporti internazionali di Osaka e del Kansai, e una vasta infrastruttura ferroviaria offre un efficiente trasporto urbano e la collega al resto del paese con la rete ad alta velocità.

Storicamente Osaka è rinomata come “cucina del Giappone”, infatti molte delle tradizioni culinarie giapponesi sono nate e si sono sviluppate qui, anche grazie ai forti scambi commerciali che l’hanno sempre caratterizzata e che hanno garantito l’approvvigionamento delle materie prime.

Da vedere

Umeda

Umeda-Osaka

Uno dei due centri principali della città di Osaka, il quartiere di Kita Umeda si sviluppa attorno alle stazioni ferroviarie di Osaka e di Umeda, ed è un hub nevralgico nei trasporti urbani.

Caratterizzata da numerosi grattacieli che ospitano uffici e grandi centri commerciali, Umeda si sviluppa anche in sotterranea, con le vaste e tentacolari gallerie che offrono un’ampia scelta di negozi, ristoranti ed intrattenimenti.

Umeda-Sky-Building-Osaka

Tra le attrazioni principali del quartiere figura l’ardita architettura dell’Umeda Sky Building, futuristica struttura a ponte alta 173 m composto da due torri principali di 40 piani collegate in cima da un giardino pensile con funzione di osservatorio, il quale regala una vista magnifica sulla città.

Namba

Shinsaibashi-Arcade-Namba-Osaka

Sviluppata attorno all’omonima stazione, Namba è il più famoso distretto per l’intrattenimento cittadino, con un offerta che spazia dai vasti centri commerciali come la Shinsaibashi Arcade, galleria di negozi lunga 600 metri, sino alla zona di Nipponbashi, dove si trova Den Den Town con i suoi negozi di elettronica, manga ed anime.

Una delle principali attrazioni turistiche di Namba è Dotonbori, via pedonale che corre lungo l’omonimo canale, famosa per la sua vasta scelta di ristoranti e illuminata da centinaia di neon e da grandi insegne pubblicitarie, tra cui l’iconico Glico Man. Si capisce di trovarsi in una città cosmopolita ed amante della buona cucina, non acaso è stata battezzata la “Cucina dell’Impero” o “Cucina del Giappone”: è ad Osaka che è nato, ad esempio, il takoyaki (soufflé di piovra cotta).

Osaka Castle

Castello-di-Osaka

Situato all’interno di un parco, uno degli spazi verdi più grandi della città, il castello di Osaka fu costruito sulla sommità di un altopiano, in posizione dominante rispetto al parco e alla città. Protetto da massicce mura e circondato da un ampio fossato, la sua costruzione iniziò a fine Seicento, in seguito venne parzialmente distrutto durante i vari conflitti che si susseguirono nei secoli e nel 1997 venne finalmente ristrutturato e riportato agli antichi splendori.

Il grande parco circostante è uno dei luoghi più popolari di Osaka per il picnic e l’hanami, la contemplazione dei fiori di ciliegio durante la loro fioritura ad Aprile.

Scopri Osaka con BeFriend:

Anteprima Estate 2020: